Due titoli per capire meglio l’immigrazione in Francia | Portobello’s News | Mercoledì, 3 giugno 2015 | Claudia Spadoni

Due titoli per capire meglio l’immigrazione in Francia | Portobello’s News | Mercoledì, 3 giugno 2015 | Claudia Spadoni

Se ti chiami Mohamed
di Jérôme Ruillier
(Il Sirente, 2015)

Una graphic novel che racconta la storia dell’immigrazione
maghrebina in Francia dal 1950 a oggi attraverso
ruiller_02le vicende dei diretti interessati: giovani che partono,
spesso analfabeti e con una scarsa conoscenza del
francese, destinati a lavori di bassa manovalanza (“Se
ti chiami Mohamed finisci alla catena di montaggio”),
parcheggiati in enormi dormitori; donne che sperano in un futuro migliore in Francia; le nuove generazioni in cerca del loro posto nel mondo. Basato sul noto Mémoires
d’immigrés di Yamina Benguigui e tradotto da Ilaria
Vitali, è la storia dei tanti Mohamed, Abdel, Ahmed ma
anche di donne come Zorah e Fatma e dei più giovani Farid
e Mounsi a scorrere nelle pagine, ognuna con il proprio
carico di speranze e illusioni. Andrebbe fatto leggere nelle
scuole (e in molte case).

Ruiller_03

Jérome Ruillier, nato nel 1966 in Madagascar, ha compiuto gli studi presso l’Institut d’Arts Décoratifs di Strasburgruillero. Ha scritto e illustrato molti libri per ragazzi. Pubblicato nel 2011 Les Mohamed è il suo secondo fumetto dopo Le coeur-enclume (2009), entrambi pubblicati da Sabarcane. Con Les Mohamed, tradotto in Italia con il titolo “Se ti chiami Mohamed“, Ruillier ha ottenuto nel 2012 il dBD Award per il miglior fumetto reportage.

Parole chiave: Immigrazione – Francia – Ruiller – Graphic Novel

Rispondi